La vera storia di Halloween….forse…

halloweenInizia la guerra. Halloween si, Halloween no. E’ la festa di Satana o una semplice americanata? A quanto ne ho capito nessuna delle due. Quindi, facciamo un po’ di chiarezza, anche se è piuttosto difficile.

Torniamo ai tempi in cui l’Irlanda era dominata dai Celti. In quel periodo il capodanno (per i Celti) non cadeva il 31 Dicembre, ma il 31 Ottobre, quando si dichiarava chiusa la stagione estiva riportando a valle i greggi dopo i mesi tiepidi di preparazione al freddo inverno. Tale capodanno veniva chiamato Samhain, che potrebbe derivare da una parola celtica che significa per l’appunto “fine dell’Estate”. Quindi si riteneva che la notte tra il 31 Ottobre e il 1 Novembre fosse un periodo di transizione tra due momenti dell’anno d che non apparteneva ne al passato, ne al futuro, gli ordini delle cose crollavano e le anime che risiedevano nel Tir nan Oge (l’equivalente dei  Campi Elisi greci e romani o del Valhalla vichingo) potessero vagare sulla terra in mezzo ai vivi. Era usanza lasciare del cibo o del latte per gli spiriti che andavano a far visita ai loro familiari o mascherarsi con pelli di animali per spaventare gli spiriti indesiderati. Si facevano sacrifici animali, si accendeva un grande fuoco sacro i cui tizzoni venivano utilizzati per illuminare delle rape intagliate (le attuali zucche).

Certo ci sono anche altre versioni in cui si dice che la gente venisse bruciata viva, e che il latte venisse lasciato fuori perché così gli spiriti se lo bevevano e proseguivano oltre o che “dolcetto o scherzetto” fosse più o meno quello che chiedevano i Druidi passando di casa in casa dove il dolcetto era un sacrificio umano e lo scherzetto una maledizione. Ma  per queste versioni non ho trovato fonti attendibili.

Con l’arrivo del Cristianesimo tale feste non fu condannata, semplicemente, nel tentativo di sradicare i culti pagani, fu sostituita dalla festa di Ognissanti, dalla quale, se ho capito bene,nasce il nome attuale di Halloween che dovrebbe derivare da “Hallow E’en” forma contratta in irlandese di All Hallows’Eve il cui significato è “Vigilia di tutti i Santi”.

Nella metà del XIX secolo l’Irlanda fu colpita da una terribile carestia che costrinse molti abitanti a spostarsi verso nuove terre, in particolare gli Stati Uniti, esportando quindi molto delle proprie usanze che però, una volta messo piede nell’America del nord, hanno perso il loro vero senso diventato una scusa per festeggiare e bere e se non fosse stato così non sarebbe mai arrivata anche in Italia!

Quindi, dov’è Satana in tutto questo visto che i Celti non sapevano manco chi fosse?

Anche la leggenda di Jack o’Lantern, l’ubriacone (irlandese) che avrebbe venduto l’anima a Satana e cacciato sia dal Paradiso che dall’Inferno si aggira con una lanterna in mano dalla quale sarebbe venuta fuori l’usanza delle zucche non ha molto senso…i Celti non avevano Paradiso e Inferno….

Comunque, questa domanda mi ha portato ad un’altra domanda: perché Halloween è conosciuta come “la notte delle streghe”?
Le 2 stagioni di Salem viste in meno di una settimana mi hanno fatto male, comunque ho fatto una breve ricerca anche su questo e mi sono fatta una mia idea.

La mia idea è che è un puro e semplice caso. Tutto deriva dall’alternarsi delle stagioni. Ma il Samhain e “La notte delle streghe” non hanno molto in comune.
Ci riferiamo al 31 Ottobre come notte delle streghe perché, secondo quel che si dice, sarebbe la notte del grande Black Sabbath…non il gruppo heavy metal, ma l’incontro delle streghe con il Diavolo.

Ci sono tanti sabba, ma quello del 31 Ottobre, ahimè, è il più importante, sempre per lo stesso motivo, finisce l’Estate, arriva il buio, il freddo, la morte etc etc.
Secondo alcuni verbali di processi di stregoneria (reali) le streghe arrivano ai sabba in groppa a scope o animali cosparse di grasso di bambini, incontrano Santana baciandogli il piede sinistro o il pisellino, gli offrono ombelichi sempre di bambini… poi un’ orgia al volo. Verrà offerto un buffet  con carne di impiccati o bambini non battezzati. E’ gradita conferma.

In pratica da quanto ho letto pure il 1 Maggio è una data importante per streghe e satinasti, ma non è che uno non va al concerto di Roma perché se no fa il bene del Diavolo…
Anche la notte in cui si festeggia San Giovanni è conosciuta come “notte delle streghe”, e tutto questo solo perché San Giovanni è legato al solstizio d’Estate.

Per quel che ne ho capito i festeggiamenti di Halloween non hanno nulla a che fare con Satana, c’è solo la coincidenza delle date, ma può darsi pure che non ci ho capito una mazza.
Certo, si festeggia una festa pagana, o almeno sarebbe così se qualcuno ancora mettesse il latte e i biscotti agli spiriti…come fanno i bambini con Babbo Natale…mmmh…

Ma in realtà a noi non ce ne frega un cazzo.

Io domani mi vesto da strega, voi fate quello che volete, ma se qualcuno vi offre ombelichi di bambini pensateci due volte prima di accettare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM