Mi sposo…online

Bombo e FM
Bombo e FM

Mi sposo.

Assurdo eh?
Io che fino a un paio di anni fa non festeggiavo manco il San Valentino, ma soprattutto io, che fino a un paio di anni fa ero single e decisa a restare tale.
E invece no, il mio fidanzato, il giorno del nostro secondo anniversario, mi ha portata nella città eterna, ha aspettato che il sole fosse all’altezza giusta, che il panorama fosse il più appropriato e BAAM! Si è messo in ginocchio con quello scatolino tra le mani e le parole che cercavano la via più veloce tra le sue labbra.
“Vuoi sposarmi?”.
Io ovviamente sono scoppiata in lacrime, tanto che ad un certo punto a lui è venuto il dubbio che magari aveva fatto na cosa brutta, o che l’anello non fosse abbastanza diamantoso, insomma, cose così. Ma le mie erano lacrime di gioia.
Il giorno dopo, a un certo punto ci siamo guardati e ci siamo detti “Quindi ci sposiamo… e come si fa?”. Lui mi ha allegramente risposto “Io la proposta te l’ho fatta, la parte mia è finita”.
E come si fa?
Non ho intenzione di scendere nei dettagli dell’organizzazione di un matrimonio, non so nemmeno io quali siano. Io per ora mi sono limitata a fare quello che so fare meglio: cercare su Google.
Se si potesse, Google sarebbe il mio testimone di nozze.
Cercando su Google, oltre ai vari siti dei così detti “fornitori”, cioè fotografi, ristoranti, pianobar, bombonierari, confettari e via dicendo, ci sono i siti specializzati, i vari Matrimonio.com, Matrimonio.it, MiSposo.boh, che hanno una bellissima sezione, I FORUM.

Partiamo dal presupposto che se sei uomo non puoi accedere a questi siti. C’è una sorta di divieto, uno spyware che capisce che hai il pisello e ti butta fuori da sito.
Effettivamente è vero, per chi organizza matrimoni, l’uomo serve solo a fare la proposta, poi dopo lo si vede direttamente all’altare, o al buffet.
E’ tutto al femminile. Sull’app di matrimonio.com c’è direttamente “Il nome del mio sposo è…”. Non si prende proprio in considerazione l’idea di uomo a cui piaccia organizzare eventi.
Comunque dicevo, questi forum e gli articoli che compaiono su questi siti, sono di una bellezza unica.
E infatti, per comodità il fidanzato diventa FM, che credo stia per Futuro Marito, anche se sulla mia pagina Facebook sono state date diverse alternative.
Pensavo che fosse solo una a chiamarlo così, perché magari si cacava il cazzo di scriverlo per interno, invece no. Tutte su questi forum chiamano il proprio fidanzato FM, come fosse una stazione radio. Cosa ci sarà mai di male? Non lo so, ma mi sposta, insomma, è l’uomo che ti sposerà, il padre dei tuoi futuri bambini, chiamalo per nome! Non è che se scrivi “Io e Giulio” la gente poi si chiede “chi cazzo è sto Giulio”, se ne andranno per un’idea e capiranno che magari è quel povero cristo che ha deciso di sposarti!
E poi i diminutivi…le bomboniere diventano “le bombo”. LE BOMBO??? Cosa cazzo ti costa aggiungere “niere”, non stai scrivendo a mano in bella calligrafia, devi pigiare 5 letterine sulla tastiera! A questo punto scrivi “le B.” e siamo tutti più felici? Ma le bombo, sul serio, non si può sentire. Non si può leggere!

Meglio ancora sono gli articoli a tema che si trovano su questi siti. Diciamoci la verità, sul matrimonio è stato detto e ridetto tutto. Con sti reality show che ci uccidono la minchia dalla mattina alla sera, “Abiti da sposa cercasi”, “Non ditelo alla sposa”, “Quattro matrimoni” e il più bello di tutti, “Il boss delle cerimonie”, tutti sanno tutto su come organizzare un matrimonio. Allora in questi articoli non si sa più cosa scrivere, uno prende e ci butta dentro cose a caso, cose che devi essere totalmente privo di fantasia per andarlo a cercare su internet.
Nell’ultima newsletter che abbiamo ricevuto ce n’era uno bellissimo sulle frasi da far incidere nelle fedi. Voglio riportarvene alcune:

Tua/o per sempre
Noi due: l’eternità
Per sempre
Lo voglio
Il mio cuore è tuo
Anime gemelle
Oggi, domani, per sempre
Ti amo
Scelgo te   (gotta catch ‘em all!)
Per sempre insieme

Sul serio? Non ci avrei mai pensato! E io che nella mia volevo far scrivere “Ero ubriaca” e nella sua “Incapacità di intendere e volere”.

Per non parlare de “Le 25 canzoni da non mettere mai ad un matrimonio”.
Ma questa è un’altra storia, ne parleremo un’altra volta, quando avrò smaltito la questione “bombo”…

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM