Donne sexy, anche in casa

 

Era un sabato pomeriggio ed ero seduta in un bar a sorseggiare cocktail e mangiare quanti più stuzzichini possibili dal tavolo dell’aperitivo insieme ad alcune amiche, quando una di quelle mi disse una frase che mi cambiò l’esistenza per un paio di quarti d’ora: Io cerco di essere sexy sempre, anche a casa, mai pigiama, solo babydoll e biancheria in pizzo. NOn voglio che se ne vada a cercare un’altra.

Ascoltate quelle parole, mi passai una mano per la mia coscienza di femmina, figurando molto chiaramente nella mia mente, le mie caldissime pantofole a forma di kung fu panda. E mi fu chiaro il motivo per cui mi aveva tradita.

Maledette, caldissime, pantofole!

Non ho mai dimenticato quel momento.

E ci penso in modo particolare oggi, che mi ritrovo a leggere guide su come vestirsi in casa perché il nostro uomo non veda l’ora di tornare dalla sua “sexy mogliettina”.

Vediamo.

Assolutamente vietate pantofole, meglio le ballerine da casa…ballerine da casa??? Dio santo, io già schifo quelle normali! E ancora, no alla biancheria spaiata e pigiami di pile. Ok alle tute, ma che comunque mettano in risalto le nostre forme. Non sia mai che il tizio con cui viviamo si dimentichi che abbiamo un culo e delle tette. No ai mollettoni per i capelli. Non li dovete proprio comprare, fate in modo che restino lontani dalle vostre case, sono l’essenza del maligno. Fatevi una treccia, o raccogliete i capelli in modo ordinato. Ma non il mollettone, il mollettone no! E pure il fermacoda, mai e poi mai.

Bene, è finita. Non bastano le guide su come vestirsi per andare a lavoro, cosa indossare per accompagnare i figli a scuola, come essere sexy anche al supermercato, e gli imbarazzi perché il vestitino che avete indossato per l’aperitivo della mattina è in realtà un vestitino da aperitivo delle sera, e che tipo di tuta mettere per andare in palestra e che abiti comprare per andare a comprare abiti. Tra un po’ la bionda e il pelato di Real Time verranno a casa ad installarci condizionatori perché anche con -40 gradi all’esterno non è assolutamente sexy indossare calzettoni di lana per stare comodamente a quattro di bastoni sul divano a guardare un film con il proprio uomo, è finita l’epoca del “questa tuta è vecchia, la metto per casa”. Io che il mollettone per i capelli ce l’ho praticamente sul mobile dell’ingresso perché è il primo gesto che faccio appena rientrata in casa, sono sicuramente più esposta delle altre al rischio tradimento.

Torna la moda della casalinga anni ’50. Sempre perfetta e impeccabile, e con un ruoto di biscotti sempre pronto.

Queste guide non omettono il fattore principale, cioè che una in casa vuole stare comoda e sentirsi libera, ma privano una donna della libertà mentale, le fanno credere che se poi non si veste così non sarà una “sexy mogliettina”. E poi posso capire che una cerca consigli su cosa indossare per conquistare un uomo, o su qual’è l’abbigliamento più adatto per un colloquio di lavoro, ma che donna è una che non sa come vestirsi in casa? Non è che poi una torna a casa e si fa una rotolatina nel fango in attesa del proprio uomo, o che varcata la porta di casa assume in automatico le sembianze sconvolte di chi si è appena svegliata. Una donna rientra, si da una sciacquata, si infila la tuta e si schiatta sul divano, dopo un po’ arriva il suo uomo, apre la porta, la vede con la sua t-shirt degli X-MEN per quei pochi secondi che gli servono ad arrivare dalla porta al divano, la spoglia, ci fa l’amore e poi dice “bella quella maglietta degli X-MEN”.

E poi c’è quel giorno in cui, tornando da lavoro, lei nota quel bel completino in vetrina da Yamamahi, lo compra, rientra a casa, accende le candele, versa il vino in due bei calici lucenti, indossa la sua nuova biancheria supersexy dimenticandosi di staccare il cartellino dal perizoma e si accomoda sul divano sorseggiando in maniera sexy. Lui arriva, entra in casa e vede il suo completino di pizzo nero per quei pochi secondi che gli servono ad arrivare dalla porta al divano, la spoglia, ci fa l’amore e poi dice “bella quella maglietta degli X-MEN”!!

Insomma, almeno in casa, con l’uomo che vi ama e con voi stesse, sentitevi libere di mettervi quello che cazzo vi pare. Volete un consiglio serio, ma sul serio serio? Basta avere un buon profumo, è testato, potete andare in giro per casa con le pantofole di kung fu panda, ma se avete un buon profumo, un buon odore, non serve altro, E a una donna questo riesce naturale.

E se non vi riesce naturale, fatevi una doccia, cazzo!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM