Sagy’s Gym e l’International Wingchun Sanda Accademy

Le vicende degli ultimi anni hanno aiutato a divulgare un’immagine sbagliata di un quartiere che in realtà è vivo e il cui cuore pulsante sta cercando di pompare sangue fino all’estremità più distanti e lontane. Il suo cuore sono i giovani e sono loro che finalmente stanno aiutando Pianura a scrollarsi di dosso una nomea negativa che di sicuro non merita. Lo fanno investendo qui direttamente sul territorio e cercando di non limitarsi al semplice “commercio”, ma diversificandosi.
Nel mio viaggio alla riscoperta di Pianura ho avuto così la possibilità di parlare con Daniele Varchetta che, a trentasette anni è proprietario e gestore della Sagy’s Gym, palestra sita in via San Donato.
La sua avventura inizia come istruttore e andrà avanti così per sei anni, fino a quando, presentatasi la possibilità, decide di assumersi maggiori responsabilità prelevando l’attività e facendola sua, riuscendo così a plasmare radicalmente a sua immagine un progetto che già sentiva proprio.
Se non ti si fosse presentata l’occasione, avresti investito a Pianura?
-In questo campo probabilmente no. Pianura ha un numero elevato di palestre, c’è tanta concorrenza e far nascere un progetto simile da zero non sarebbe facile. Io ho avuto l’opportunità di partire da una struttura già affermata nella quale io stesso mi ero già fatto conoscere. Ma ovviamente non è semplice, proprio la presenza di tante altre palestre ti impone una certa velocità, devi stare al passo con i tempi e cercare di diversificarti dagli altri.
E come ci sei riuscito?
La Sagy’s in questi anni è cambiata molto, si è adattata anche all’immagine che noi abbiamo voluto dare. La palestra è a conduzione familiare, ci sono io, e ci sono i miei fratelli Mauro e Dario che mi danno una mano. Senti un aria accogliente già dal primo momento in cui entri e allo stesso tempo avverti la professionalità.
Questo dipende anche dal fatto che il proprietario è anche istruttore.
-Si, non puoi gestire qualcosa se non sai esattamente di cosa si tratta, io non mi limito a stare dietro una scrivania, la mia giornata la passo in sala con i soci della palestra, sono il loro tramite con gli attrezzi ed è per questo che riesco a meglio a capire quali sono le necessità dell’intera struttura. Anche il rapporto con chi lavora con me è diverso. E ovviamente sono più motivato e incentivato perché le cose vadano al meglio.
Oltre ai corsi classici, ne cito qualcuno, Step, Pilates, Total Body, la palestra ha un corso che sta portando parecchi soci, ed è quello di kick boxing.
Si, è un corso che va avanti da un po’ di anni e si è formato davvero un bel gruppo, grazie anche ai maestri che abbiamo avuto in passato come Enzo Izzo. Quest’anno poi c’è stata un’evoluzione con l’arrivo del nuovo maestro Angelo Souther. E’ un punto di riferimento dell’IWSA, l’International Wingchun Sanda Accademy ed è il responsabile nazionale per l’MMA (Mixed Martial Arts) nella federazione “Uniti per il wushu kungfu”.
Oltre alle basi di kick boxing gli allievi di Angelo hanno la possibilità di praticare anche il Sanda e il Brazilian Jiujitsu. Sono discipline complete e lui non è solo bravo nel trasmettere le tecniche, ma i ragazzi e le ragazze che lo seguono stanno apprendendo la passione con cui segue questo tipo di sport. Per molti di loro sono già in programma gare a livello nazionale.
In complessivo, come vedi Pianura dal punto di vista “sportivo”?
C’è stata una netta evoluzione da dieci anni a questa parte, i ragazzi e le ragazze sono più preparati, e tutti si prendono cura di se stessi, sia nel fitness che nel benessere. Pianura è decisamente in crescita da questo punto di vista.

Tre pianuresi si affermano in una importante competizione nazionale

ARMANDO MAZZOCCO VINCE IL TORNEO ITALIANO DI “SANDA”, GIUSEPPE PISTONE E’ SECONDO NELLA CATEGORIA <65 kg, COSI’ COME GIULIO DI MARIA IN QUELLA <70 kg

“Uniti per il Wushu Kung Fu”, è questo il nome del campionato che vede impegnate tutte le federazioni italiane del Sanda, antico sport di combattimento cinese e che nella sua tappa di Velletri, Sabato 1 e Domenica 2 Dicembre, ha tenuto alto il nome nel nostro caro quartiere Pianura.
E’ difatti pianurese Armando Mazzocco che si è aggiudicato, per decisione unanime, il torneo italiano di sanda, full categoria meno 85 kg, mentre nella categoria meno 65 kg e in quella meno 70 kg vedono il secondo posto di altri due “concittadini”, Giuseppe Pistone e Giulio Di Maria
Grande è la soddisfazione del loro maestro Angelo Souther e dell’intero team della palestra Sagy’s Gym di via San Donato, dove con professionalità, impegno ed allegria praticano questa seducente “specialità” orientale.
La redazione del “Corriere di Pianura” si congratula con Armando, Giuseppe, Giulio, il maestro Souther e la palestra Sagy’s Gym, augurando a loro di raggiungere mete sempre più prestigiose.

Giovanna Longobardo

 

Articoli correlati

Le rotonde di Pianura…
Ti spiego al volo cos’è la Superbike…
Torna a Pianura, Onda.
– Le arti marziali e il monachesimo hanno la stessa radice…

 




3 thoughts on “Sagy’s Gym e l’International Wingchun Sanda Accademy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM