“Lettere d’Amore del Profeta” di Kahlil Gibran


Bazzicavo su vari siti di aforismi alla ricerca dell’illuminazione per il mio prossimo tatuaggio da fare in arabo, quando mi sono imbattuta in una frase

“Ho conosciuto il mare meditando su una goccia di rugiada” di Kahil Gibran.

Bella, bellissima, mi è piaciuta da subito, ma non puoi tatuarti sulla pelle le parole dette da un uomo che non sai manco chi è, così ho fatto una veloce ricerca e scopro che tale Kahil Gibran è libanese e la sua lingua madre è l’arabo. Penso che sia il destino. Dopo il tatuaggio in latino, la citazione di Cicerone, volevo una frase in arabo, ma non semplicemente una frase qualunque tradotta, ma proprio la frase di un autore arabo.

E’ destino.

Leggo altre frasi di questo Gibran, mi innamoro. Mi vesto e corro alla Fnac, devo assolutamente comprare qualche suo libro, non posso limitarmi a leggerne alcune frasi. Ma alla Fnac hanno finito tutto. Così triste triste prendo la via di casa, ma faccio una fermata alle bancarelle che vendono libri, giusto per dare un’occhiata e vedere se c’è qualche romanzo superscontato.

Senza volerlo mi trovo a cercare tra i libri di Coelho e trovo questo “Lettere d’amore del Profeta”, ci impiego un minuto a capire che in realtà il ibro è “a cura di Paulo Coelho”, ma che il suo autore è nientepopodimeno che: Kahlil Gibran!


Esulto!

E’ sul serio destino!!!

Prendo il libricino e vado dal tizio della bancarella

“Hai altri libri di questo autore?”

“Coelho? Stanno dove hai preso questi”

“No no, Gibran!”

“Ah si, aspetta”

Torna con quattro libri e io ero al settimo cielo! Adoro quando il destino si manifesta in questo modo così chiaro. Cercavo un tatuaggio e Gibran ne sarà sicuramente l’autore!

Ne compro due, il primo che avevo preso tra le mani e “La voce del Maestro”. Finiti questi tornerò a prendere gli altri. (ho un fatto un calcolo, ad Agosto ho speso circa 90,00 € in libri).

“Lettere d’Amore del Profeta” raccoglie una serie di missive che Kahlil inviò tra il 1909 e il 1924 a Mary, la sua amata, con la quale ha però un rapporto molto particolare, non solo per la distanza.

Le sue parole sono poesia, la sua conoscenza dell’amore e della vita sono talmente profonde da lasciare senza fiato. Nonostante egli non condivida il pensiero dell’amore visto come due che diventano uno, l’affinità presente tra lui e la sua Mary farebbe pensare al contrario, almeno per il primo periodo. Gibran scrive di un sentimento forte, che non è dipendenza, ma volontà di amare anche a distanza…

“Forse l’allontanamento che siamo stati costretti ad accettare durante questi giorni e stato benefico: le cose molto grandi di possono vedere solo a distanza.”

“Ho sempre pensato che quando qualcuno ci capisce, finisce per renderci schiavi, giacchè noi accettiamo tutto per essere compresi.”

“Le persone che sforzano di essere interessanti sono le più noiose di tutte”

“Se le piante sono sicure che la primavera verrà, perchè noi, esseri umani, non crediamo che un giorno saremo capaci di raggiungere e ottenere tutto ciò che vogliamo?”

“Le persone cercano sempre una sicurezza, e a volte la ottengono: ma la sicurezza è già un fine, e la Vita non ha fine”

“La morte fa parte della vita. E, nonostante io sia morto più volte durante questi cinque anni, non mi è rimasto alcun segno, e il mio cuore non è appesantito da alcuna amarezza.”

“L’anima ha due poteri: il desiderio di ricercare e la capacità di lottare per questo desiderio”

“Tutte le cose sono belle, e lo diventano ancora di più quando non abbiamo paura di conoscerle e prevarle. L’esperienza è la Vita con le ali.”

“Che io non tema di fare qualcosa che nessuno ha mai fatto prima, anche se dovessi essere ferito. Lasciami essere stupido oggi, perchè la stupidità è tutto ciò che possiedo da donare stamane.”

“Non possiamo portare gli altri a capire il vero significato della vita: hanno bisogno di scoprire da soli ce alcune parti dell’albero ascendo al cielo e altre affondano nel suolo”

 

 

2 thoughts on ““Lettere d’Amore del Profeta” di Kahlil Gibran

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM