“Il manuale del guerriero della luce” di Paulo Coelho

 

Nel “Manuale del Guerriero della luce” si parla di Dio, ma non un dio in particolare, Dio nella forma più libera e spirituale che c’è.
La vita è una guerra, ma non esistono esercito o grandi battaglie, solo singoli guerrieri, ma il Guerriero della luce sa, che se si vive cercando Dio, non ci sarà mai bisogno di combattere.

Coelho passa dal citare Gesù a Chuan Tzu, vagando per le culture più antiche poichè Dio non deve darci delle leggi, ma degli insegnamenti e questi possono arrivare da qualsiasi cultura, religione o filosofia.

Ho letto questo piccolo libricino poche pagine alla volta, in due momenti particolari: prima di addormentarmi e la mattina, facendo colazione sul terrazzino all’alba. E se a volte a tutto ho pensato tranne che a Dio, mi ha aiutata riflettere su come sono io e su cosa devo ancora migliorare di me stessa poichè essere dei guerrieri non significa vivere in una costante lotta, ma affrontare senza difficoltà quello che gli atri chiamano guerra e per farlo bisogna aver imparato dalla battaglie passate..

C’è tutto o nulla da dire su questo libro, mi limiterò a citarvi alcuni passaggi che mi stanno molto a cuore.

 

“Il guerriero della luce sa vedere ció che è bello perchè ha la bellezza dentro di sè, giacchè il mondo è uno specchio che rimanda ad ogni uomo il riflesso del suo viso”

“Il dolore di ieri è la forza del guerriero della luce”
“Un guerriero della luce è schiavo del proprio sogno e libero nei propri passi”
“Proprio perchè pensa di essere ciò che dice, il guerriero della luce finisce per trasformarsi in ciò che dice di essere.”
“Non mi sono mai impegnato in un’azione senza aver prima studiato la ritirata; d’altro canto, non sono mai entrato in un posto con l’intenzione di uscire correndo”
“Il guerriero della luce sa che l’intuizione è l’alfabeto di Dio, e continua ad ascoltare il vento e a parlare con le stelle.”
“Ogni guerriero della luce ha avuto paura di affrontare un combattimento.
Ogni guerriero della luce ha tradito e mentito in passato.
Ogni guerriero della luce ha imboccato un cammino che non era il suo.
Ogni guerriero della luce ha sofferto per cose prive di importanza.
Ogni guerriero della luce ha pensato di non essere guerriero della luce.
Ogni guerriero della luce ha mancato ai suoi doveri spirituali.
Ogni guerriero della luce ha detto “sì” quando avrebbe dovuto dire “no”.
Ogni guerriero della luce ha ferito qualcuno che amava.
Perciò è un guerriero della luce: perché ha passato queste esperienze, e non ha perduto la speranza di essere migliore.”
“Porto con me i segni e le cicatrici dei combattimenti: sono le testimonianze di ciò che ho vissuto, e le ricompense per quello che ho conquistato.”
“Un guerriero della luce sa ciò che vuole. E non ha bisogno di spiegare nulla.”

 

Articoli correlati

– “Dell’Amore e di altri demoni” di Gabriel Garcia Marquez
– “Le quattro cose ultime” di Paul Hoffman
– “La mano sinistra di Dio” di Paul Hoffman
– “Mangia Prega Ama” di Elizabeth Gilbert
– “Io sono Leggenda” di Richard Matheson

One thought on ““Il manuale del guerriero della luce” di Paulo Coelho

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM