“Dell’Amore e di altri demoni” di Gabriel Garcia Marquez


“Dell’Amore e di altri demoni” è uno dei romanzi di Gabriel Garcia Marquez, autore di titoli come “Cent’anni di solitudine” e “L’amore al tempo del colera”. Per me è il suo primo lavoro che leggo ed è il tipo di storia che adoro, a metà tra ciò che realtà e ciò che è magia.

Sierva Maria è una bambina di dodici anni, tanto bella quanto selvaggia, figlia del Marchese di Casalduero, trascurata e lasciata crescere dai suoi schiavi, dai quali apprende lingue e usanze dell’antica Africa. A tale cultura, già vista dalla Chiesa come opera del demonio, si affianca il morso di un cane rabbioso e il carattere bugiardo e ribelle della bambina. Tutti questi fattori uniti vengono scambiati con una possessione demoniaca e la bambina viene chiusa nel carcere di un convento. Ma la sua vera rovina non sarà il diavolo degli inferi, ma quello dell’amore di cui cadrà vittima anche il gesuita incaricato di esorcizzarla.

Chi racconta non prende una posizione sulla storia, questo fa si che le teorie di chi crede nella possessione demoniaca e chi invece pensa che la bambina necessiti solo di amore, si mescolano avvolte in un velo di magia nera, collane tribali ed eventi inspiegabili, trasformando la stessa dipendenza dall’amore nella prova più concreta dell’esistenza del demonio.

“Fra questo e le stregonerie dei negri non c’è molta differenza – disse – E peggio ancora, perchè i negri si limitano a sacrificare galli ai loro dei, mentre il Santo Uffizio si compiace di squartare innocenti sul cavalletto o di arrostirli vivi in pubblico spettacolo”

“Abbiamo attraversato il mare oceano per imporre la legge di Cristo, e ci siamo riusciti nelle messe, nelle processioni, nelle feste padronali, ma non nelle anime.”

“Gli disse che l’amore era un sentimento contro natura, che dannava due sconosciuti a una dipendenza meschina e insalubre, tanto più effimera quanto intensa”

3 thoughts on ““Dell’Amore e di altri demoni” di Gabriel Garcia Marquez

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM