Ladies in Sud: Fran De Martino

Il bello di Facebook è che, oltre a farti i cazzi di gente che se incontri n mezzo alla strada non saluti, hai la possibilità di conoscere il lavoro e la passione di persone, professionisti e artisti che grazie al social network riescono a furia di condivisioni, ad arrivare direttamente sulla tua bacheca. E’ così che qualcuno ha portato sulla mia timeline un fumetto di un personaggio che è diventato uno dei miei preferiti, Soppressata, la fatina che dispensa felicità.


Scorrendo l’album a lei dedicato, già dopo le prime battute mi sono ritrovata a pensare che il livello di cazzimma era alto, talmente alto che solo una napoletana poteva essere in grado di iniettare nei suoi personaggi una dose così elevata. E’ per questo che poi sono scoppiata a ridere quando ho letto che l’animaletto di compagnia della fatina è proprio un gatto di nome di Kazzimma.
Non me ne vogliate, ma quando ti imbatti nel lavoro di una ragazza con la cazzimma lo riconosci subito, lo senti che è di Napoli.
Ora è inutile che io stia qui a spiegarvi cos’è la cazzimma, per dirla alla Siani “Cos’è la cazzimma? Non te lo voglio dire, questa è la cazzimma!”. Ma non essendo questo un trattato sulla parola cazzimma continuerò parlandovi della sua autrice.
Nome d’arte Fran, ha un’età imprecisata che supera i venti ma viene prima dei trenta, la sia ispirazione è la vita reale, quella di tutti i giorni e quella che si legge sui giornali. Disegna fumetti e infatti studia filosofia…-_-‘

Ah…dalla regia mi dicono che alla facoltà di filosofia non ti insegnano a disegnare fumetti. Questa facoltà è più misteriosa di Hogwarts, forse sarà una copertura.

Comunque, Fran è autodidatta e i suoi lavori li trovate su frandemartino.net e su fanpage.it/f4 , leggeteli tutti, sono fantastici!!! Un altro bell’esempio di donne creative mediterranee 😀

– Ladies in Sud: Annunziata De Rosa
– Ladies in sud: Antonella Sgueglia

 

Ladies in Sud: Annunziata De Rosa

 

Oggi vi parlo di una mia cara amica, una personalità alquanto unica e creativa. E’ con lei con ho fatto i migliori costumi di Halloween e ho vissuto nuove esperienze senza mai preoccuparci di creare e provare.
Il suo nome è Annunziata De Rosa, meglio conosciuta come Titti, ma in arte Nueti!

Quindi, dato che qui si parla più o meno di professionalità ( 😀 ) mi riferirò a lei come Nueti.
Nueti nasce a Torre Annunziata dove si diploma all’istituto d’Arte con indirizzo in Fotografia e Grafica pubblicitaria.
Ma di lei voglio parlarvi come fotografa, è una che riesce a farti sembrare bella anche se ti scatta una foto con il cellulare.
Che poi mi sono sempre chiesta com’è che ai matrimoni vedi sempre quei fotografi “maschi”, e mai una fotografa, che nessuno, più di una donna, può cogliere la vera essenza di una giornata del genere?

Oltre che come fotografa, Annun…ehm..Titti…Nueti, lavora nel post produzione, cioè, nel ritocco fotografico.

Vi lascio con qualche suo scatto e l’indirizzo della sua pagina Facebook — qui dove potete ammirare tutte le sue foto!!!

Articoli correlati

– Ladies in sud: Antonella Sgueglia

 

Ladies in sud: Antonella Sgueglia

In uno strano momento di nullafacenza mi sono resa conto di voler creare qualcosa, organizzare qualcosa, per mettere in risalto la creatività femminile del sud del nostro paese. Perché tra Facebook, giornali e vita reale, mi sono resa conto di aver incrociato diverse volte la mia strada con donne che hanno fatto della loro arte un mestiere, che potesse essere la fotografia, l’artigianato, la scrittura, il disegno o qualsiasi altra forma di creatività che ci porta fuori dalla classica immagine di “donna del sud”.

Inizio quindi con una scrittrice, che oltre ad avere un grande talento, mi è stata davvero, davvero d’aiuto, poi vi spiegherò perché (più che altro, se tutto va bene, vi ucciderò la salute).

Di lei avevo già scritto per il Corriere di Pianura, essendo mia compaesana, vi riporto quindi l’articolo che avevo scritto, ma con qualche aggiornamento. Il suo libro “A scuola con portamento” infatti non è più solo un e-book, ma è stato pubblicato in versione cartacea dalla casa editrice Montecovello e può essere acquistato on-line oppure ordinato in libreria. In più è in fase di pubblicazione anche il suo secondo libro “Dove osano le farfalle”.

…………

A volte un gioco, un semplice passatempo, può trasformarsi in una vera e propria passione e aprire le strade per qualcosa di più, soprattutto in un campo immenso come quello della scrittura. Nasce così “A scuola con portamento” primo e-book pubblicato su Amazon dall’autrice pianurese Antonella Sgueglia.

La giovane autrice ci presenta la sua protagonista, la bella e semplice Cristina, una ragazza mulatta che sbarca nel duro mondo del liceo dove dovrà affrontare l’invidia delle “Paris Hilton” della situazione. Per affrontarle e conquistare il ragazzo più ambito della scuola, Cristina deciderà di partecipare ad un corso di portamento. Il libro non è solo una storia ben raccontata, adatta sia alle teenagers che ai “più adulti”, ma un vero e proprio manuale di bellezza. Mano a mano che Cristina impara a prendersi cura di se stessa, lo fa anche la lettrice, apprendendo trucchi e segreti del mondo della moda.

Ma “A scuola con portamento” è anche una storia di amicizia e di valori, di crescita e maturità in cui può rivedersi la giovane liceale, ma anche chi ama ricordare quel periodo spensierato della propria vita in cui si aspettava l’intervallo per unirsi al fan club del “bello del liceo”.

Il classico alternarsi delle vicende da “cheerleader e sfigata”, raccontato in modo leggero e scorrevole che fa da cornice ad una vera e propria guida ai trucchi del mestiere del mondo della bellezza.

L’autrice, Antonella Sgueglia, ha già all’attivo un romanzo in fase di pubblicazione “Dove osano le farfalle” e altri in programma. Un’altra testimonianza che porta e tiene alto il nome del nostro quartiere.

 

Andate a trovarla sulla sua pagina Facebook “A scuola con portamento”